Francesco D'Urbino è stato docente di ruolo, per ben 25 anni, sempre con l'attribuzione della qualifica di Lode. Nel campo della didattica e della pedagogia, si è specializzato in fisiopatologia per lo sviluppo fisico e psichico dell'alunno e nella sociologia della devianza, preferendo l'insegnamento presso le Scuole Differenziali e nelle Carceri isolane, per contribuire all'elevazione integrale del soggetto umano ed al recupero sociale dei detenuti. Dottore in Scienze della Comunicazione Multimediale (Università Kore ) e Scienze Industriali, Assicurative, (Università Libera e Privata AR).
Nel 1994 è stato insignito della Laurea Honoris Causa dall'Università Studiorum Superiorum "Pro Deo" in Scienze Bancarie e Assicurative, unitamente altri insigni personaggi della letteratura, della medicina e della storia. Giornalista ed Editore: ha collaborato sin dal 1957, all'età di 18 anni, col quotidiano Sicilia del popolo, nel 1959 col Corriere di Sicilia, nel 1960 col quotidiano L'Ora, nel 1964 col periodico Conquiste, nel 1980 con il quotidiano II Diario, nel 1981 col Giornale del Sud e dal 2001 con la Gazzetta del Sud. Pioniere dell'informazione, arricchisce la sua esperienza nel febbraio del 1980, costituendo, insieme ad altri amici, la prima televisione calatina denominata, Teleradio Caltagirone S.r.l., che trasmetteva notizie nel comprensorio e nella Sicilia, in  tempo reale. Sin dal 1995 è Direttore responsabile del periodico a diffusione regionale "Sintesi" e dal 2010 della "La Croce di Costantino", periodico fondato da don Luigi Sturzo nel 1897. Nell'ottobre del 1968, insieme ad altri professionisti, con atto rogato dal notaio Romero, ha fondato l'Istituto di Sociologia Luigi Sturzo, che costituisce un autorevole ed apprezzato punto di riferimento nelle attività di ricerca, divulgazione e formazione del comprensorio calatino. Nel 1995, è stato nominato Presidente dell'Associazione Socio-Culturale Pegaso, Istituto d'Informazione e di Documentazione Europea, che raggruppa molti giornalisti, storici, letterati ed esperti nel campo culturale, economico, sociale e politico, testimoniando un particolare impegno per il mondo giovanile contro la diffusione della droga, della pedofilia, della mafia, dell'usura e del racket.


ATTIVITA' CULTURALI E SOCIALI
Dal 1997 al 2002 insieme al Direttore della Città dei Ragazzi, padre Santo Cammisuli e Nicola Mannino ha praticato attività di Volontariato presso le Comunità di Recupero per Tossico­dipendenti onde testimoniare la speranza, l'impotenza e il coraggio di centinaia di giovani che la tristezza dei tempi ha collocato in un campo di battaglia, dal quale si può uscire sconfitti, ma nel quale si può essere proclamati vincitori. Sin dal 1998 è stato nominato Delegato Regionale per la Sicilia dell'Unione Stampa Periodica Italiana, USPI, associazione più rappresentativa degli editori di periodici, rappresentando tale categoria datoriale in seno al Consiglio regionale siciliano. Esperto di problemi socio-culturali, ideatore di premi e manifestazioni tra cui il prestigioso Concorso Nazionale di poesia, prosa e giornalismo "Sicilia 2000",  per lanciare un messaggio di sicilianità in una visione europeistica e mediterranea. Per tale merito è dato insignito della TARGA D'ARGENTO donata dal Presidente della Repubblica Italiana.
Studioso di storia contemporanea è autore del volume "Il cooperativismo nel pensiero socio­politico di don Luigi Sturzo", che costituisce un tassello importante nella ricostruzione biografica del sacerdote di Caltagirone, per le sue esperienze cooperativistiche al pari delle esperienze amministrative, come anche per la sua collocazione della questione meridionale nella più ampia questione nazionale.
Nel 2002, insieme a un gruppo di cittadini coraggiosi, ha costituito la "Libera Associazione Calatina Antiracket", della quale è stato vicepresidente vicario, onde esprimere completa solidarietà a quanti sono impegnati al potenziamento dei valori della legalità, della non violenza e della solidarietà.

 

Dal 2005 è stato  Responsabile territoriale del Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo, CISS.

Nel marzo del 2006 ha partecipato a Corsi universitari sul "Contrasto al racket e repressione del crimine organizzato". Nel maggio del 2007 ha donato all'Università Kore di Enna 23 volumi dell'Opera Omnia di don Luigi Sturzo, nella convinzione che la concezione politica e sociale sturziana potrà contribuire allo sviluppo morale, sociale ed economico se verrà divulgata fra le giovani generazioni.

Nel 2008, nella qualità di presidente e direttore dell'Istituto d'Informazione e di Documentazione Europea Pegaso, ha istituito un Corso Biennale di Formazione socio-politica con la finalità di approfondire le tematiche politiche ed economiche del nostro territorio regionale per la costruzione del bene comune e combattere lo statalismo, la partitocrazia e l'immoralità che è allo stesso tempo causa ed effetto.

Nel campo imprenditoriale, è stato nominato dall'Assemblea generale, per ben otto anni Presidente del Collegio dei Probiviri del Gruppo agenti delle Assicurazioni Generali spa e Presidente della società CO.FIN.AS srl, mandataria di primarie compagnie di assicurazioni. Contemporaneamente all'impegno professionale, si è dedicato sin da giovane all'attività Sportiva come giudice di gara della FIDAL, (Federazione Italiana di atletica leggera), arbitro di calcio del CSI (Centro Sportivo Italiano), ufficiale di Gara del TSN (Tiro a Segno Nazionale-CONI), dal quale è stato insignito, nel 1991, della MEDAGLIA D'ORO al merito sportivo.

Nel 2013 sollecitato da moltissimi amici sturziani, costituisce con sede legale in Caltagirone il Centro Culturale "Mario e Luigi Sturzo" per far conoscere gli itinerari del dire e del fare, del pensiero e dell'azione, che conducono alla santità. Nei due fratelli Mario e Luigi, oltre al legame del sangue, c'è una complementarietà culturale e sperimentale, per un progetto unico di "rinnovamento religioso e politico, con alla base però una concezione antropologica in sintesi vitale di immanenza-trascendenza e in prospettiva escatologica della salvezza". Monsignor Mario Sturzo, pensatore profondo ed intelligente come don Luigi, condusse una vita semplice, non odiò mai il nemico, ma gli andò incontro da fratello sempre attento alle necessità dei bisogni e ubbidiente alla voce dello Spirito e della Chiesa. All'unanimità è stato eletto Presidente del Centro Culturale "Mario e Luigi Sturzo".  

 

ATTIVITÀ' CULTURALI E SOCIALI:

Conduttore della rubrica televisiva "Spazio Aperto", edita da Tele radio Vita, un programma socio-politico, che partendo dalla municipalità intende dibattere i problemi della gente all'insegna del pensiero sturziano e della Dottrina sociale della Chiesa.

Ha condiviso l'esperienza di "Telefono Arcobaleno" contro la pedofilia collaborando con don Fortunato Di Noto. (settembre 2001).

Ha partecipato al Seminario di Storia Contemporanea, direttore il professore Rosario Mangiameli, presso l'Università Kore di Enna con un lavoro sulla "Identità sessuali e libertà politica nel XX secolo. Gli omosessuali e il fascismo in una città meridionale". (giugno 2006).

Ha partecipato con la presentazione di un elaborato sullo spettacolo del reale "Viaggio nel sistema documentario cinematografico e televisivo" (settembre 2006).

Ha partecipato al progetto di formazione antiracket ed antiusura presso la Scuola superiore dell'amministrazione del Ministero dell'Interno, Via Veientana, 386, Roma. (maggio 2007)

Ha partecipato al Seminario di Economia politica con una relazione sul "Funzionamento dell'Economia in Keeynes".

Ha partecipato alle attività di comunicazione della Diocesi, nella qualità di giornalista dell'Unione Cattolica Stampa Italiana (gennaio 2008).

E' stato relatore da marzo a maggio 2008, nei Convegni organizzati dalla Provincia regionale di Catania, dal Comune di Caltagirone, dagli Istituti comprensori Alessio Narbone, Giorgio Arcoleo di Caltagirone e Galileo Galilei di Grammichele sui temi "Legalità, Alcool, Sicurezza". Ha organizzato una serie di Cenacoli Culturali, nei comuni delle province di Caltanissetta, Catania e Ragusa per diffondere la cultura e la Storia della Sicilia insieme allo storico professore Santi Correnti, promotore della I° Cattedra Universitaria in Storia della Sicilia.

Ha promosso l'iniziativa contro il caro-libri donando al Comune di Caltagirone per sostenere la Campagna "AIUTA IL BIMBO" 50 Kit scolastici per altrettanti studenti necessari per il corredo scolastico
(settembre 2008).

E' stato relatore del Convegno "Comunicare e costruire relazioni efficaci nella scuola" promosso dall'Istituto Comprensivo Giorgio Arcoleo di Caltagirone. (11 novembre 2008)

E' stato relatore al Convegno organizzato dalla Federazione Comprensoriale UNCI sul tema "L'Attualità del cooperativismo sturziano e la cooperazione alla luce della riforma" (29 novembre 2008).

Ha organizzato nel Natale 2008, la "Novena della solidarietà" con la partecipazione degli "Ultimi cantastorie" e i "Zampugnara" con la finalità di contribuire a costruire una società più giusta e solidale lanciando un messaggio di pace per tutti gli uomini di buona volontà (dicembre 2008).

Ha partecipato all'Auditorium Pontificio Consiglio Comunicazioni Sociali di Roma al Congresso Nazionale sulla crisi del sistema dei media in Italia, relazionando sulla "Etica dei media" (gennaio 2009).

Ha partecipato al Seminario di Studi" Sviluppo locale e Bene Comune", organizzato da Acli, Cisl, Cgil, Coldiretti, Confartigianato, Anfe, Agenzia Sviluppo Integrato ( gennaio 2009).

Ha partecipato alla realizzazione del progetto, nell'ambito dell' Accordo Quadro, Apq, della Regione Siciliana con gli Enti che operano nel terzo Settore a "La comunicazione e le Reti per condividere il vissuto territoriale nella multiculturalità ( gennaio 2009).

Ha promosso ed organizzato il primo Corso di formazione Socio-Politico, col patrocinio del Comune di Caltagirone, della provincia Regionale di Catania e del Consorzio Universitario del Calatino, creando una Scuola di Formazione, volta a promuovere una cultura per il buon governo, in cui si concretizzi la possibilità di riflettere e confrontarsi sulle problematiche attuali (maggio 2009).

Ha partecipato e relazionato sulla "Comunicazione dei testi Eschilei" al concorso internazionale "Eschilo a Gela", aperto a studiosi e docenti delle Università europee, organizzato dal Kiwanis Club di Gela e dal Centro studi S. Aldisio presso l'Aula Magna del Liceo Classico di Gela (giugno 2009).

Ha partecipato e superato gli esami finali del Corso di Formazione per Mediatori della Conciliazione, previsto dalle vigenti disposizioni di legge, (aprile 2011).

Ha partecipato al Master Nazionale su " I cattolici e l'Unità d'Italia. Ieri ed Oggi. organizzato dalla Federazione Settimanali Cattolici Roma, (settembre 2011).

Relatore al Convegno su Crisi del Capitalismo: Marx o Sturzo?, (marzo 2012).

Relatore sul Convegno " L'immoralità Pubblica ", ( aprile 2012) .

Relatore per il Centro Internazionale Studi Luigi Sturzo, Roma: Una nuova proposta politica per la trasformazione morale e culturale dell'Italia, ( giugno 2012).

L' Attualità del Cooperativismo Sturziano è stato il tema del Convegno che, su iniziativa della Federazione Regionale dell'UNCI, con il patrocinio del Comune di Caltagirone e del Credito Cooperativo Banca del Nisseno, si è svolto il 14 dicembre 2012 presso l'Hotel Villa Sturzo. Questo incontro ha inteso costituire un motivo di dialogo per tutti coloro che condividono i valori della mutualità, della responsabilità, della democrazia, dell'uguaglianza, dell'equità, della solidarietà, della trasparenza e della responsabilità sociale. Relatore e coordinatore del Convegno è stato il dott. Franco D'Urbino Presidente dell'Associazione Pegaso.

Nel mese di novembre 2013, al passo con la nuova tecnologia, le testate giornalistiche vengono inserite in un piano globale, realizzando un sito web www.sintesiperiodiconline.com, periodico on-line siciliano su politica, economia, arte, spettacolo, sport, costume, scienze, salute, scuola, cronaca nera e giudiziaria. Il sito ha raggiunto 1.000 visitatori al giorno e la creazione di nuove opportunità editoriali e lavorative.

Giornalista, scrittore, editore, esperto in politiche culturali, ponendo al centro dell'attenzione il mondo soprattutto giovanile, ha avviato sul territorio un cambiamento culturale che valorizzi le potenzialità e il ruolo dei giovani in quanto soggetti attivi e necessari nello sviluppo della Sicilia.

 

Dicembre 2013